“Reitia” è il nuovo singolo dei PopForZombie. Al mix Max Casacci.

Esattamente un anno fa iniziava il drammatico lockdown (per certi versi ancora in corso) che ha bloccato l’Italia e del mondo. In questo periodo la band torinese PopForZombie ha scritto un intero nuovo album intitolato “Cose Piccole”  il cui primo singolo “Reitia” esce proprio oggi, in tutti gli store digitali su etichetta Vrec.

«”Reitia” parla di comunità e culture scomparse, ed è allo stesso tempo una preghiera ad una Dea dimenticata, la Dea Madre di tutta la terra, in seguito chiamata diversamente in ogni culto e civiltà. E’ un invito a tornare alle radici, alla Terra, ad una Madre che abbiamo finora maltrattato e dimenticato e che si sta ora ribellando in maniera sempre più forte. Un segnale importante per questo momento storico»

Il brano è stato registrato in quarantena e senza mai incontrarsi, durante il primo lockdown del 2020, mixato da Max Casacci (Subsonica), già produttore della precedente uscita discografica del gruppo (EP, 2020), e masterizzato da Simone Squillario. Il video, carico di simboli, è tratto dal cortometraggio “The Pilgrim” della regista e sceneggiatrice armena Ovsanna Gevorgyan, da cui la band ha ricevuto autorizzazione all’utilizzo.

BIOGRAFIA / I PopForZombie sono Paolo Passera “Poli” alla voce, Michele Battaggia “Bozzi” alla chitarra, Fausto Belardinelli “lypocodium” alla chitarra, Davide Costa al basso e Roberto Zaffaroni alla batteria. Nascono nel 2016 dalle ceneri di Subà e Moivo e nel 2017 pubblicano il primo album omonimo “popforzombie” interamente registrato e mixato presso l’Andromeda Studio di Torino avvalendosi della  produzione artistica di Rudy Di Monte (Subsonica, Statuto, Fratelli di Soledad). Dal disco vengono estratti i singoli “Radio”, “Bianco” e “Lasciati cadere” con i relativi videoclip. Nel 2019 iniziano la collaborazione con Max Casacci (Subsonica) che produce artisticamente 4 nuovi brani che entrano nel nuovo EP (EP, 2020). Durante il lockdown lavorano ad un nuovo album con sonorità più acustiche e cantautorali che prenderà il nome di “Cose piccole”.